Poltrone per anziani: come sceglierle per ottenere un vero relax

Occuparsi dei propri cari è oggigiorno sempre più difficile. I nostri ritmi di vita ed il continuo evolversi delle loro esigenze con l’avanzare dell’età, rendono ogni giorno più complesso il processo di comprensione delle loro reali necessità.
Scegliere per loro significa poi ponderare aspetti caratteriali e condizione fisica, con l’obiettivo di contribuire concretamente al loro benessere.
Un benessere che non può che partire dalla predisposizione di un ambiente domestico sicuro e confortevole: una stanza da bagno funzionale, con maniglie e supporti per usufruire agevolmente dei sanitari; una stanza da letto con un letto adeguato ed un salotto in cui possano effettivamente riposarsi, ricorrendo ad una seduta in grado tanto di sostenerli a livello posturale quanto di facilitarli nei movimenti e garantirgli il miglior riposo.

Perché ricorrere ad una poltrona per anziani?
Pensiamo per un attimo alla routine quotidiana dei nostri cari. Il salotto sarà con ogni probabilità il vero cuore della casa. Una stanza nella quale si intrattengono nelle attività che maggiormente li appassionano ed in cui, di conseguenza, trascorrono molto tempo seduti.
Va da sè che la seduta a cui ricorrono può davvero fare la differenza, rispondendo con specificità al loro stile d’uso e garantendogli confort e benessere.

Come scegliere la poltrona per anziani più adatta alle loro esigenze?

  1. Qualità e Certificazioni:
    Il primo fattore a cui prestare attenzione in fase di scelta è la qualità del prodotto. Una poltrona di qualità è riconoscibile a prima vista per finiture, materiali e confort della seduta. A garantire la qualità è poi la provenienza del prodotto. Infine, a certificare la sicurezza del prodotto, vi deve essere la marcatura CE per dispositivi medici di classe 1 che permette di beneficiare di una detrazione fiscale del 19%.
  2. I motori:
    Esistono poltrone elettriche dotate di 1, 2 o 4 motori. Prediligere una seduta dotata di almeno 2 motori, significa poter regolare in modo indipendente schienale e pediera, ottenendo un’infinità di regolazioni in grado di plasmare la seduta sulle esigenze posturali del destinatario finale.
  3. Dimensioni:
    La scelta della poltrona non può prescindere dalla valutazione della corporatura del suo destinatario e del dimensionamento degli spazi in cui verrà collocata.
  4. Rivestimento:
    La poliedricità d’uso delle poltrone rende importante la valutazione del tessuto di rivestimento, in grado di fare la differenza sia sull’effettivo confort della seduta che sulla sua durevolezza nel tempo. Scegliere un rivestimento con tessuti anti-acaro, anti-macchia, anti-microbici, anti-batterici e traspiranti.