La caduta dei capelli, conosciuta come “calvizie”, non è una malattia ma un normale processo della natura umana. Esistono però alcuni rimedi per prevenirla e rimandarla il più possibile, scopriamoli insieme!

Circa l’80% degli uomini e il 50% delle donna nel corso della vita viene colpito da “alopecia androgenetica (o androgenica)”, meglio conosciuta come calvizie. Non vi è una causa certa ma si ritiene che essa sia dovuta ad una ipersensibilità dei follicoli piliferi verso gli ormoni sessuali androgeni, oltre a fattori genetici.

La diretta conseguenza di questo meccanismo fisiologico è un diradamento progressivo dei capelli che colpisce zone specifiche negli uomini e risulta più uniforme nelle donne. Quando i capelli non sono più sufficienti a coprire il cuoio capelluto, la calvizie diventa evidente e conclamata. Ma esiste un modo per prevenirla? Abbiamo raccolto alcuni consigli riguardo le proprie abitudini e stili di vita che vi aiuteranno a raggiungere lo scopo!

Abitudini da eliminare

Nella maggior parte dei casi la calvizie è ereditaria, quindi non sempre è possibile prevenirla o arrestarla improvvisamente. Vero è che seguendo alcuni semplici accorgimenti si può ritardare i suoi effetti e talvolta persino limitarli nel tempo. Alcuni tra i fattori predisponenti di natura comportamentale e ambientale sono:

Alimentazione

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente l’alimentazione influisce in larga misura sulla caduta dei capelli, in modo particolare quando vengono meno alcuni essenziali principi nutrizionali. Esistono però alcuni cibi che contengono nutrienti ed elementi nutrizionali che possono incidere sulla produzione di diidrotestosterone, ad esempio:

Dopo aver elencato il modo più corretto per alimentarsi è doveroso anche ricordare quali sono le abitudini da abbandonare il prima possibile per prevenire la caduta dei capelli. Prima tra tutte l’abuso di alcolici, seguita immediatamente dalle diete a base esclusivamente di alimenti conservati e cotti. Mangiare carne in gran misura può accelerare il processo della calvizie, ma anche una dieta del tutto vegana non aiuterà ad allontanare questo meccanismo fisiologico. Come sempre l’equilibrio sta nel mezzo, quindi adottando un’alimentazione bilanciata e uno stile di vita sano sarà più semplice scongiurare una prematura perdita dei capelli.

Rimedi naturali

I rimedi naturali contro la calvizie, sebbene considerati meno efficaci, hanno sicuramente meno effetti collaterali. Inoltre possono essere affiancati a una terapia farmacologica e spesso vengono anche utilizzati anche per l’ipertrofia prostatica benigna. Tra i più comuni prodotti naturali ad uso orale impiegati contro la caduta dei capelli troviamo:

Esistono anche prodotti naturali utilizzati contro la calvizie ad uso topico e hanno tre funzioni: astringente, eudermica e stimolante del microcircolo. Possono essere suddivisi in:

Cure farmacologiche

Al di là dei rimedi naturali esistono due cure farmacologiche per la calvizie approvate dalla “Food and Drug Administration” che sono:

Entrambi questi rimedi apportano maggiori benefici quando la calvizie è in stato precoce o intermedio e richiedono almeno 3-6 mesi di applicazione.

Ultimo ma non di minor importanza l’’estrone di solfato, un farmaco utilizzato quasi esclusivamente per il trattamento dell’alopecia androgenica femminile che agisce prolungando la fase di crescita dei capelli.

Prevenzione

In conclusione è doveroso ribadire che non esiste una vera e propria cura contro la calvizie poiché spesso essa è causata da fattori genetici e non modificabili. Sicuramente però esistono alcune abitudini, già citate nei precedenti paragrafi, che possono aiutare a prevenire la caduta dei capelli. Esse sono:

Trattamenti medici

Parlando di trattamenti medici invece se ne individuano principalmente due:

La calvizie è un processo inevitabile, soprattutto nei soggetti geneticamente predisposti, e riguarda in maggior misura la popolazione maschile. Con i consigli e trattamenti suggeriti in questo articolo avrete modo di ritardarla o limitarla nel tempo, un vantaggio da non sottovalutare, non credete?